Cosa fare a Boipeba

30.12.2012 00:00

La bellezza dell'isola sta nelle sue spiagge: Boca da barra, Tassimirim, Cueira, Moreré, Bainema, Ponta dos Castelhanos, Cova da Onça. Le prime due sono spiagge che si possono comodamente raggiungere a piedi. In due barracas (Tassimirim e Guido) è possibile gustare prelibate aragoste. Qui si può fare il bagno nell'acqua cristallina e si può nuotare fino alla barriera corallina. Per chi vuol fare il giro dell'isola sono a disposizione le lance che partono dalla spiaggia di Boca de Barra verso le piscine naturali per proseguire fino a Moreré per finire a Ponta dos Castelhanos, dove si può ammirare una piccola isola di sabbia che appare e scompare a seconda del gioco delle maree. Nel centro dell'isola di Boipeba sorge Monte Alegre, il punto più alto (250 metri sul livello del mare), con 90 abitanti, per la maggior parte discendenti degli schiavi provenienti dall'Africa. All'ora del tramonto le guide locali organizzano passaggi in canoa tra le mangrovie nel silenzio più emozionante. Bellissime le gite a cavallo sia all'interno dell'isola che lungo le spiagge infinite. Chi desidera gustare ostriche fresche, può noleggiare una barca a motore e in 15 minuti essere sulla chiatta galleggiante di Tania dove il tramonto non ha eguali.

Velha Boipeba conta circa 2.000 abitanti e nel villaggio ci sono negozi, ristoranti, supermercati, una farmacia, un pronto soccorso, un piccolo ospedale, una Chiesa cattolica e una battista. Sull'isola non ci sono banche né bancomat, ma alcuni esercizi commerciali accettano carte di credito. 

Boipeba è compresa in un'area di protezione ambientale, creata nel 1992, di 43.300 ettari di superficie.